Supermo🌕🌕n

SUPERLUNA 🌕 📝Con “Sonnet IV. To The Moon” di Charlotte Smith (1749 – 1806).Ditemi, vi ricorda qualcosa?


🇮🇹《REGINA dell’arco d’argento! — nel tuo pallido raggio,
sola e pensosa, mi diletto a vagare
e guardo la tua ombra tremolante nel ruscello, 
o scruto le fluttuanti nuvole che attraversano il tuo cammino.
E mentre ti fisso, la tua fioca e placida luce
emana una calma soffusa sul mio petto inquieto; 
e spesso penso, luminoso pianeta della notte,
possano nella tua orbita trovare riposo i dannati: 
possano giungere gli infermi della Terra,
alla tua benigna sfera liberati dalla morte,
e i bambini che la disperazione e il dolore rende tristi
dimenticare in te la loro coppa di sofferenza terrena. 
Oh!, che possa io presto raggiungere il tuo mondo sereno, 
povera esausta pellegrina in questo terra di fatiche!》


🌕📝Sonnet IV. To The Moon” di Charlotte Smith (1749 – 1806)


🇬🇧《QUEEN of the silver bow!–by thy pale beam,
Alone and pensive, I delight to stray,
And watch thy shadow trembling in the stream,
Or mark the floating clouds that cross thy way.
And while I gaze, thy mild and placid light
Sheds a soft calm upon my troubled breast;
And oft I think–fair planet of the night,
That in thy orb, the wretched may have rest:
The sufferers of the earth perhaps may go,
Released by death–to thy benignant sphere,
And the sad children of despair and woe
Forget in thee, their cup of sorrow here.
Oh! that I soon may reach thy world serene,
Poor wearied pilgrim–in this toiling scene!》

Please follow and like us:

Lascia un commento